Dame un Evita

La moneta ufficiale dell’Argentina è il pesos, e quella informale il dollaro statunitense. E l’inflazione è galoppante.

Il che vuol dire due cose:

  1. i prezzi riportati sulla vostra guida turistica sono obsoleti ancora prima di andare in stampa
  2. la banconota di taglio maggiore vale meno di €25 (1000 pesos)

Aspettatevi di girare con un mazzo di banconote alto qualche centimetro e di dilapidarlo alla velocità della luce.

In Argentina esistono i seguenti tagli attualmente (gennaio 2019):

  • 1000 pesos
  • 500 pesos
  • 200 pesos
  • 100 pesos – Evita (2013), Evita (2012), Roca (1999), Taruca (2018)
  • 50 pesos – Sarmiento (1999), Malvinas (2015), condor andino (2018)
  • 20 pesos – De Rosa (1997), Guanaco (2017)
  • 10 pesos
  • 5 pesos

Nueva familia de billetes
ANIMALES AUTÓCTONOS DE ARGENTINA

E le seguenti monete

  • 5 pesos
  • 2 pesos
  • 1 peso
  • 50 centavos
  • 25 centavos
  • 10 centavos
  • 5 centavos
  • 1 centavo (credo non più accettati)

mondeas

Nueva Familia de Monedas | “Árboles de la República Argentina”

Potete trovare un elenco completo, immagini ingrandite fronte e retro, controluce, a luce UV di tutte le banconote su questo sito. Nel menu in alto scegliete Medios de pago e poi Billetes y monedas >  Emisiones Vigentes.

Una cosa che mi sorprende molto è che si prendono pure la briga di falsificare le banconote, nonostante il loro valore scarso (e in calo). La banconota più falsificata è quella da 100 pesos di Evita, e non è raro vedersi controllate queste banconote nei supermercati, né sentirsi dire “non hai un Sarmiento?” quando chi riceve la vostra banconota teme che sia falsa.

Per assurdo, anche i bancomat dispensano banconote false. I tassisti di Buenos Aires sono tristemente noti per fare un trucco e sostituire il vostro 100 con uno falso, che sul mercato nero viene venduto a 50 pesos. Se volete vedere come non farvi fregare, questo video su YouTube è utilissimo. Se invece volete vedere dove nascono le banconote false, che a detta dei falsari sono “Migliori di quelle vere”, guardate questo altro video.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...