Pasteggiare con le facturas

Le facturas sono dolcetti grandi quanto il palmo di una mano, di varia composizione e forma, che si consumano a colazione o durante la merenda pomeridiana per accompagnare il mate e o il tè (verso le 17-18).

Le facturas hanno varie origini europee, troviamo la berlinesa (krapfen) di origine tedesca, il churro spagnolo, i cañoncitos simili ai cannoncini italiani, le medialunas simili ai croissant francesi.

Alcune facturas hanno nomi irreverenti scelti dai panettieri-operai guidati dall’anarchico Enrico Malatesta nel 1880, come il vigilante per prendere in giro la polizia, il cañoncito e la bomba de crema (profiteroles) per farsi gioco dell’esercito e las bolas de fraile (balle di frate) e il suspiro de monja (sospiro della monaca) per ridicolizzare la Chiesa

Solitamente sono farciti di crema pastelera, simile alla nostra crema pasticcera, oppure di dulce de membrillo, una specie di marmellata densa ottenuta dalla mela cotogna, o ancora ripieni di dulce de leche (sorta di crema toffee molto popolare in Argentina). A volte sono guarnite con zucchero nero come la tortitas negras della foto qui sotto o con zucchero granulato o zucchero a velo.

tortitas

Noterete un grande assente, il cioccolato, che al massimo viene usato per ricoprire i churros. Non illudetevi: se vedete qualcosa di marrone spuntare da una factura, state sicuri che è solo dulce de leche. 😦

churros

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...