Muoversi in autobus

Questo è un post con info pratiche, altrimenti ti consiglio: Tomar el bondi/colectivo


Per sapere che autobus prendere per andare da un punto all’altro, usate Omnilineas, Cómo llego oppure Viaja Fácil.

Gli autobus percorrono tratti lunghissimi (recorridos), a volte per fare da capolinea a capolinea ci mettono 2-3 ore. Mi chiedo come faccia l’autista se deve andare in bagno. Tenete conto che qui sorseggiano mate tutto il giorno, e da qualche parte dovrà pur andare a finire…

Alcune linee hanno autobus che saltano alcune fermate, come la linea 60. In tal caso c’è un cartello con indicato se è un rapido o un semirapido. Tanto per incasinarvi la vita, gli autobus di una stessa linea seguono diversi ramal (deviazioni) e bisogna leggere il cartello nel parabrezza o distinguerne il colore per capire che giro farà.

Per prendere un autobus, mettetevi in fila ordinatamente alla fermata. Fare la fila è più argentino del tango.

Largas-colectivo-accidente-Flores-DyN_CLAIMA20110914_0117_24

Per fermare un autobus bisogna sbracciare, altrimenti tirerà dritto. A volte non si fermano dritto anche se sbracciate, in tal caso può essere che:

  1. C’è un altro autobus identico al seguito
  2. L’autobus è pieno
  3. L’autista non vi ha visto per tempo/non gli siete piaciuti

Quando l’autista vi vede, potrebbe lampeggiarvi per darvi conferma.

Salite dalla porta anteriore esclusivamente. La gente scende dalla porta di mezzo e da quella in fondo, ma a volte capita che scenda dalla porta anteriore (per esempio persone anziane o mamme con bambini). Ovviamente, date la precedenza a chi scende.

Una volta saliti sull’autobus, indicate all’autista dove andrete: la tariffa è proporzionale alla lunghezza del percorso. Questa usanza è abbastanza scomoda per un turista o per chi non è pratico della città, poiché ovviamente non potrete dire l’indirizzo esatto della vostra meta, che magari è una strada secondaria non nota all’autista. Bisogna sapere il nome di un’arteria principale e di un incrocio importante (ad es. “Hasta Libertador y 9 de Julio“), oppure di un edificio importante (ad es. “Hasta la Casa Rosada”). L’autista calcola a mente la lunghezza! Probabilmente c’è un trucco, ma per me che non lo conosco sono tutti dei Will Hunting al volante.

Per pagare bisogna usare una tessera magnetica chiamata SUBE, ma alcuni autobus sono ancora attrezzati con le macchinette eroga-biglietti, tuttavia si può pagare solo con monete e di importo esatto. La SUBE si può usare su tutti i mezzi di trasporto (treni urbani, metro, autobus) e anche per pagare alcuni pedaggi autostradali. Chi paga il treno con SUBE, paga una tariffa del 50% inferiore.

La SUBE può essere utilizzata da più persone contemporaneamente e si ricarica in moltissimi kioski (tabaccherie) e presso le stazioni.

sube

Una volta a bordo, sedetevi dove preferite, ma fate attenzione ai posti riservati agli anziani, alle donne incinte o con bambini e alle persone con mobilità ridotta. Solitamente sono i posti anteriori. Comunque, è buona abitudine cedere il posto anche se non è marcato come riservato a loro. Alcuni galanti cedono il posto alle donne, oppure le lasciano salire per prime sull’autobus, dando loro la possibilità di trovare un posto a sedere prima che terminino. Se vi cedono il posto, ringraziate e sorridete: anche se ne avete diritto, è comunque un gesto da incoraggiare.

Se invece avete bisogno di sedervi e nessuno si alza, individuate qualcuno che vi sembra sufficientemente in forma e chiedetegli di cedervi il posto. Lo faranno volentieri.

Il controllore è una figura che in Argentina non esiste, poiché è l’autista ad accertarsi di verificare che tutti paghino la corsa al momento di salire sull’autobus. Una cosa tanto semplice e banale eppure impensabile in Italia.

Per scendere, premete il campanello. Si scende dalle porte centrali o posteriori.

Per consultare le opzioni disponibili per andare da A a B, vi consiglio Cómo llego e di installarvi sullo smartphone Moovit o la app di Cómo llego.


Potrebbero interessarti anche questi post:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...