Nero come un italiano

Leggevo oggi su Focus online un articolo intitolato 15 + 1 cose che (forse) non sai sull’immigrazione italiana negli Stati Uniti. Non ne sapevo neanche una, ma quella che più mi ha colpito è che molti italiani hanno trovato lavoro rimpiazzando gli schiavi neri dopo l’abolizione della schiavitù, e per questo erano trattati più o meno uguali all’inizio.

Seguono nella galleria esempi di italiani che hanno trovato successo oltreoceano, tra cui Fiorello La Guardia e Rudolph Giuliani, ex-sindaci di New York entrambi molto amati. E poi penso al nostro ex-ministro Cécile Kyenge e all’odio che si è presa da tutte le parti.

Venuta dal Congo, studia medicina a Roma, si specializza in Oculistica in Emilia-Romagna, si dà alla politica e arriva a rivestire una delle massime cariche politiche come Ministro dell’integrazione. Di sicuro non è arrivata lì per la sua avvenenza come le parlamentari della Fininv-legislatura, né è figlia di/parente di. L’unica parola che mi viene in mente è “Chapeau!”.

Anche se non conosco bene il contenuto del suo credo politico (il livello di approfondimento raggiunto sulla stampa e tra la gente è stato: è nera!), e dai titoli che ho letto non mi trovavo d’accordo su tutto (sempre che i titoli corrispondessero al vero), la Kyenge era Ministro dell’integrazione ed era stata lei stessa un’immigrata 30 anni fa.

Cosa si aspettava la gente dal ministro dell’integrazione? Che strillasse “rimandiamoli a casa”?! Dis-integriamoli?! L’Italia non è pronta per un ministro dell’Integrazione, eppure ne avrebbe bisogno.

Un italiano diventa sindaco di New York ed è un figo, una congolese diventa ministro italiano ed è un orango*.

*Uno degli insulti più blandi che le sono stati rivolti durante il mandato. Leggere Kyenge, 100 giorni di insulti. Io non sono riuscita ad arrivare fino in fondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...