Resilienza

Il tratto degli argentini che più mi ha colpito è la resilienza: piccole scomodità della vita quotidiana che si insidiano nella vita degli argentini. E ci restano. Per sempre. Loro le accolgono e le accomodano senza protestare troppo, già il giorno dopo non ci fanno più caso. Sono passivi e ma non sono lagnosi come gli italiani, forse perhcé si concentrano di più sul lato positivo della vita – bravi!

Screen Shot 2015-04-23 at 08.26.43

Una nuova assurda leggina per impedire qualcosa, nessuno protesta, la legge rimane. I detriti di uno scavo abbandonati sul marciapiede per mesi, anche a lavori conclusi, obbligando la gente a camminare sulla carreggiata. Cose così.

Frangar non flectar  (proposta per il nuovo motto nazionale)

Nel nostro edificio c’è una pompa dell’acqua installata sul tetto. Senza, noi dell’ultimo piano abbiamo giusto un filo d’acqua, e il bagno del nostro soppalco resta proprio a secco. È il nostro bagno principale e più grande, quello dove ci facciamo la doccia e laviamo i denti e dove abbiamo la lavatrice, per intenderci.

La pompa si rompe spesso, come tutto in Argentina. Sostituita a febbraio 2014, si scopre oggi che fa rumore e quelli dell’appartamento a fianco dicono di non riuscire a dormire poiché la pompa va tutta la notte, probabilmente “per colpa di una perdita o di un inquilino che non chiude bene il rubinetto”. In più se la pompa va di continuo, si brucia.

La soluzione (argentina): Spegnere la pompa di notte.

Il mio vicino da un paio di mesi sale nel sottotetto e spegne la pompa alle 23 e la riaccende alle 7 quando esce per andare al lavoro. Adesso che si è stancato di fare Super Mario Bros, ha fatto un referendum condominiale per chiedere l’installazione di un interruttore per accendere/spegnere la pompa dalla scala, senza infilarsi nel sottotetto ogni giorno. Da una parte lo capisco, perché se l’amministratore di condominio ti ignora perché il rumore lo senti solo tu, a mali estremi, estremi rimedi.

Ma la cosa peggiore sono io, che mi sono già abituata a lavarmi “prima che vada via l’acqua”, che fa molto Haiti, ma è sbagliato. È sbagliato. È SBAGLIATO! Sto diventando argentina.

mario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...