Annega il prossimo tuo

Torno sul tema del razzismo di cui ho già parlato di recente perché ho la bacheca di Facebook invasa di stati e articoli condivisi pro/contro immigrati dopo l’ultima tragedia con 900 morti annegati al largo delle nostre coste. E perché sono masochista leggo ancora i giornali italiani.

In un mondo ideale, nessuno avrebbe bisogno di andare in cerca di fortuna. Alcuni di noi vanno altrove in aereo per un lavoro migliore, altri ci vanno con mezzi un po’ più modesti e allo sbaraglio, infine c’è chi ci va perché non ha alternativa, se non la morte, e lo fa coi mezzi a lui accessibili, tra cui con i gommoni e i traghetti degli sciacalli.

In un mondo ideale, chi emigra lo fa per diletto, per curiosità, per interesse per il diverso, per amore e non per paura, terrore, minaccia, scarse o nulle possibilità di sopravvivenza. Quelli della prima categoria sono in inglese chiamati expats, mentre i secondi sono chiamati migrants. La differenza la fanno i motivi soldi.

Gli expats sono in genere persone con un livello di cultura medio-alto e uno stile di vita simile a quello del paese dove si trasferiscono. I migrants vanno dove il destino li porta, senza sapere bene dove approderano né come ci arriveranno (se ci arriveranno), solitamente hanno un livello di alfabetizzazione basso e uno stile di vita molto diverso dal paese di arrivo.

Gli expats sono solitamente visti come una curiosa e arricchente aggiunta nel nuovo paese, mentre i migrants sono considerati un fastidio, un peso o una piaga (a seconda del paese e dello sfruttamento che ne può fare).

Potendo scegliere, tutti farebbero gli expats. Potendo.

Provate ad immaginare cosa si potrebbe provare a sapere che un nostro caro è in quelle condizioni e stabilite voi la sorte che dovrebbe toccargli.

Tratto da Lettera ai volontari CRI di Rosario Enzo Fasano, presidente della Croce Rossa Italiana, 24/04/2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...