A noi il microfono

Gli italiani non hanno senso del pudore

Gli italiani amano ostentare, sono capaci di spendere mezzo stipendio per un cellulare, di barattare la spesa di due settimane con un paio di scarpe di marca, vorrebbero essere fighi e anche se non lo sono ci provano lo stesso con risultati il più delle volte ridicoli: gente color Pocahontas in pieno inverno, camicie sbottonate su petti non proprio da copertina, magliettine striminzite che svelano una pancia neanche lontanamente tonica o piatta, facce che più che truccate paiono dipinte, in uno sforzo tanto estremo quanto vano di salvare l’insalvabile. Quando guardo gli italiani, e specialmente le italiane, vedo questo costante sforzo di urlare al mondo “GUARDATE ME!”. A me verrebbe da rispondere “ma anche no…

Gli italiani si credono migliori

Oltre a lamentarsi della propria condizione (il vero sport nazionale, altro che il calcio!), gli italiani sono accomunati anche dall’incredibile ego che li porta a sentirsi migliori di tutti gli altri. “Vuoi mettere? Noi c’abbiamo Da Vinci, Dante, Giulio Cesare, Rossellini…” e compagnia bella è uno dei leit motiv più amati. Poco gli importa che le parole con cui sono più associati all’estero siano ben altre: Berlusconi, mafia, pizza. Tanto gli italiani non parlano altro all’infuori dell’italiano, per cui non c’è modo di farglielo sapere – o comunque gli altri non capiscono un cazzo, perchè gli italiani sono migliori!

Gli italiani pensano di vivere nell’ombelico del mondo

I fasti dell’impero romano, gli artisti impareggiabili del rinascimento, letterati celebri, panorami mozzafiato,… Il trinomio natura, arte e cultura che ci martellano in testa da sempre deve averci convinto che al mondo ci siamo solo noi. Sono arrivata alla conclusione che questo tipo marketing turistico abbia funzionato benissimo sugli italiani, ma riesca a convincere molto meno gli stranieri, i quali leggono di noi solo quando qualche turista è stato fregato alla grande durante le vacanze in Italia. Il che ci porta al paragrafo seguente…

Gli italiani? Brava gente

Questa mi sembra una di quelle frasi al limite della decezione. Alla stregua di quei luoghi comuni del tipo “i neri ce l’hanno più lungo” (chiaramente messa in giro dagli interessati), “Sting fa l’amore per 24 ore di fila” (chi altri avrebbe interesse a dirlo se non Gordon Sumner?), “i tedeschi sono precisi” (in realtà sono degli scassamaroni, lo sanno tutti, ma è tutto marketing), e così via. In realtà gli italiani tenteranno di fregare il prossimo alla prima occasione, anche perché si credono migliori. La giustificazione più utilizzata, (se si potesse brevettare una frase quest’ora sarei ricca) è “non sono io che ti ho fregato ma tu che ti sei lasciato fregare“.

Gli italiani sono bugiardi

Tutti gli italiani che leggeranno questa pagina diranno che no, loro non sono così. Ma mentono. 😉


Questo post è stato ispirato un articolo di Roberto Torti e i suoi profili antropologici dell’homo italicus ignorantis.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...