Quebrada de las Conchas

Dopo avere mangiato e sbevazzato degustato vini a Cafayate, il terzo giorno trascorre in viaggio alla volta di Salta, dove arrivo in tempo per cenare e schiantarmi sul letto. Ma come dicono i buddhisti: la felicità non sta nel raggiungere la meta, bensì nel viaggio.

Attraversiamo la Quebrada de las Conchas, una meraviglia della natura dove è impossibile non immaginarsi dinosauri e remote ere preistoriche, dove formazioni rocciose sagomate dal vento regalano tappe suggestive come l’anfiteatro e la gola del diavolo e una statua naturale di un rospo (el sapo).

Non c’è molto da dire sul viaggio: c’è solo da guardare fuori dal finestrino, ogni tanto scendere e sentire sulla pelle il sole che brucia, ammirare la natura ancora incontaminata… e riflettere.

Annunci

Un pensiero su “Quebrada de las Conchas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...