El tren a las nubes y las Salinas Grandes

Lasciando Salta alle spalle, il tour continua verso Purmamarca percorrendo una strada sterrata che corre parallela al Tren a Las Nubes. Per chi non lo sapesse, è la ferrovia più alta del mondo ed è in servizio da 50 anni. La sua costruzione ha richiesto quasi 20 anni. Il viaggio inizia a Salta e termina a La Polvorilla. Il tragitto è lungo poco più di 200 km e il treno sale lentamente (35 km/h) sulle Ande fino a toccare i 4.000 m.s.l.m. Si tratta di un treno turistico che parte solo alcuni giorni (sabato), con posti limitati (circa 400) e abbastanza caro (circa 170 USD A/R).

Il nome suggestivo di Tren a las nubes mi aveva fatto credere che il treno superasse le nuvole, ma la guida ci ha spiegato che 1) l’aria è troppo rarefatta 2) la zona ha 360 giorni di sole all’anno, per cui le nubi non ci sono. Il nome si riferisce alla nube di vapore della locomotiva originaria che investiva le carrozze dei passeggeri. Sapevatelo!

Noi lo incrociamo la mattina appena fuori Salta, giusto per la foto di rito ai piedi del viadotto. Il resto del nostro percorso consiste in 3 ore di sterrato in mezzo alla Quebrada del Toro (il nulla). Il nulla è abitato da pastori, guanachi e lama con i pon-pon in modo che siano avvistabili anche da lontano (i guanachi sono camelidi come i lama). Percorrere la Quebrada del Toro ti fa sentire insignificante e fuori dal tempo, a me è piaciuto molto: ho capito che sotto-sotto non voglio fare l’eremita.

Tren_nubes_trenesarg

Le nostre tappe:

  • Santa Rosa de Tastil – Sede di rovine preincaiche; solitamente ci si riferisce con il nome di Tastil soltanto.
  • San Antonio de los Cobres – Paesello a 4.000 m.s.l.m. che ho ribattezzato “de los pobres” vista l’estrema povertà. È una tappa solo perché si trova in un punto di passaggio obbligatorio e per acclimatarci un attimo all’altezza prima di ridiscendere alla volta di Purmamarca. Il nome “de los cobres” è riferito al fatto che era sito di estrazione di minerali.
  • Salinas grandes – WOW! È il posto che più mi ha emozionato di questa tappa. Non ero mai stata in una salina e non avevo mai visto né immaginato un paesaggio simile. Le saline si trovano a confine tra la provincia di Salta e la provincia di Jujuy e sono GRANDI. Da lontano sembrava una zona innevata!

Non vi venderanno il sale (non è ancora raffinato), ma potete fermarvi per le foto di rito, andare in bagno e comprare souvenir. Di fronte alle saline troverete un edificio in sale e i servizi igienici chimici, visto che non si può scaricare in terra data la presenza della salina che verrebbe contanimata.

La storia dell’edificio è la seguente: l’intenzione era quella di realizzare un ristorante interamente di sale – un po’ come in Scandinavia fanno gli hotel e i bar sottozero – ma poco dopo terminata la costruzione ha cominciato a mostrare delle crepe. Le crepe sono state riparate, e a quel punto le autorità gli hanno detto che i ristoranti non possono avere le toilette chimiche, serve lo scarico in fogna… che lì non si può fare per i motivi detti prima. E quindi c’è questo edificio in sale, con all’interno tavoli in sale, e con fuori le toilette chimiche a 2 pesos a persona.

Potete anche pucciare i piedi nelle vasche di formazione dei cristalli di sale, pare che siano un toccasana per una moltitudine di problemi. Però poi non c’è acqua per pulirsi, per cui… vedete voi! È vietato scalare le montagne di sale, che sono “pulite” e pronte per essere trasportate e vendute.

image0012 P1010767 3839336118_cbfe785acb_b

IMG_2374
Alla sera arrivo a Purmamarca, dove mi fermerò un giorno.
Annunci

4 pensieri su “El tren a las nubes y las Salinas Grandes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...