6 1 sfigato

Sei uno sfigato se vuoi fare il musicista, se ti credi un artista, se non progetti il futuro a 30 anni, se non sai cosa ti porta domani.

Sei uno sfigato se lavori con le parole: a parlare siamo bravi tutti, il tuo è solo rumore.

Sei uno sfigato se lavori da casa, perché il lavoro non si fa con il cervello ma passando al casello, timbrando il cartellino e facendo quattro settimane di ferie all’anno, contributi versati e dopo le 17 saluti e baci.

Sei uno sfigato se devi continuamente stare all’erta e reinventarti anziché pensare a come tirarla in lungo fino alla pensione, per fregare il sistema prima che sia il tempo a fregare te.

Sei uno sfigato se non credi nel six sigma, nell’efficientamento, nelle parole inesistenti che fanno figo – dovresti usarle, essere proattivo, vedrai come impattano.

Sei uno sfigato se credi di fare soldi stando dietro a un computer da casa, però se stessi seduto dietro a un computer in banca saresti un figo, un arrivato. Ci hai mai pensato?

Sei uno sfigato se pensi che ti debbano parlare per regalare emozioni, con i tuoi disegni, i tuoi cartelloni, i tuoi slogan o i tuoi jingle o le tue traduzioni. Solo l’acciaio si paga in soldoni, il resto son tutte eversioni.

Caro freelancer, ti senti liberato ma in realtà 6 1 sfigato!

Annunci

7 pensieri su “6 1 sfigato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...