Il giorno che ho conosciuto John Lennon

Il giorno che ho conosciuto John Lennon era un sabato dell’agosto del 2007 e mi trovavo nei pressi di Central Park West, più precisamente in un sentierino dei tanti di Central Park. Attorno a noi le auto sfrecciavano lustre, i portieri in divisa bordeaux osservavano i passanti e qualche isolato più in giù si snodavano fiumi di auto cariche di persone importanti e indaffarate, signore alla moda, turisti accessoriati e ordinari newyorkesi.

Noi tre conversavamo in un misto di inglese, francese e italiano e stavamo facendo un giro per svagarci nel fine settimana: eravamo io, Anna e Mark. Anna era una mia compagna di liceo che si trovava per motivi di studio a New York quell’estate, mentre Mark era un profugo del Burundi appena arrivato a New York con zero conoscenza dell’inglese. Anna e Mark alloggiavano presso la stessa casa delle suore nel Bronx, e Mark non era mai “sceso” a girare per la città nonostante fosse arrivato da 3 mesi – non era lì per turismo, bensì per sfuggire alle persecuzioni dei militanti Hutu che gli avevano già ucciso la madre e un fratello.

Così, mentre io e Anna eravamo elettrizzate e felici di stare nell’ombelico del mondo, dando fuoco alla carta di credito ad ogni occasione, abbiamo deciso di approfittarne per andare a vedere il mosaico di John Lennon, quello con scritto in bianco e nero Imagine. Mark ci chiese “Who?!” e noi gli ripetemmo “John Lennon!” ma era chiaro che il problema non era il rumore del traffico in sottofondo. Così Anna ha aggiunto “Il cantante dei Beatles”, sperando di fornire qualche indizio utile, tuttavia Mark di nuovo chiese “Who?!” più confuso di prima: chi diamine sono i Beatles?!

Mark era arrivato da tre mesi negli Stati Uniti e conosceva benissimo Britney Spears e tutti gli artisti che passava MTV nel 2007, ma non aveva idea di cosa fosse successo nel mondo fino a 3 mesi fa. Era troppo occupato a salvare la sua pelle.

PS: Mark è rimasto negli Stati Uniti, parla benissimo inglese, sogna di studiare medicina per tornare al suo Paese e fare il medico. I fratelli sopravvissuti di Mark sono arrivati negli Stati Uniti qualche mese dopo di lui. Di suo padre non si hanno notizie da tempo.

Annunci

2 pensieri su “Il giorno che ho conosciuto John Lennon

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...