Machu Picchu

Come arrivarci

Sia che decidiate di arrivarci a piedi camminando per 4 giorni lungo l’Inka Trail, o che vogliate optare per la soluzione più comoda (treno turistico da Cusco o Ollayantambo lungo il fiume Urubamba), la meta sarà sempre una: Machu Picchu (pron. makciu pikciu). Per fortuna è a più bassa quota di Cusco, a soli 2800 m.s.l.m., e vi sembrerà di tornare a respirare.

Il villaggio abitato più vicino alle rovine è Aguas Calientes, e ci sono tre treni turistici che vi ci portano:

  • PeruRail: il più economico, con tetto panoramico e snack. Le carrozze per i locali sono invece molto più modeste.
  • IncaRail
  • Hiram Bingham: di lusso, affiliato con il Belmond Hotel e operato sempre da PeruRail ma treno/carrozze differenti

Su questo blog in inglese sono spiegate in dettaglio le opzioni, prezzi inclusi.

IMG_4175.jpg

Treno PeruRail per Aguas Calientes in partenza da Ollantaytambo 

Dove alloggiare

Se avete soldi da spendere, ai piedi delle rovine potrete trovare alloggio presso il Belmond Sanctuary Lodge per circa 1.000 dollari a notte.

images.jpeg

Sei tu nella foto?

Se invece siete plebei, cercate alloggio ad Aguas Calientes. Lì troverete soluzioni per tutte le tasche, ma siate pronti a farvi spennare sia per dormire che per mangiare: Aguas Calientes vive di turismo e costa circa un 30% in più rispetto a Cusco.

Le carte di credito sono ampiamente accettate, ma non ho visto ATM per prelevare contanti.

Dove mangiare

Ci sono una miriade di posti tutti uguali che vendono pseudo-peruviano misto cibo spazzatura; secondo me le scelte si riducono a tre posti originali dove si mangia bene:

  • The Tree House – fusion peruviano (€40+ a testa), offrono anche classi di cucina molto elogiate su TripAdvisor (circa $100 con inclusa la consumazione del pasto, 3 ore)
  • El indio feliz – cucina peruviana e internazionale (€30 a testa)
  • Incontri del pueblo viejo – pizzeria e cucina italiana autentica (€25 a testa)

Come raggiungere le rovine

La mattina, un bus (a pagamento) vi porta fino alle pendici del sito archeologico di Machu Picchu. Ci sono bus ogni 5′ a partire dalle 5:30 del mattino che impiegano circa 25′ per arrivare alle rovine. Molte persone vogliono vedere l’alba a Machu Picchu, quando il sole si allinea con la Puerta del Sol. Il punto è che le rovine aprono alle 6:00; per cui, a seconda del periodo dell’anno, potreste o non potreste vedere sorgere il sole. In compenso, molto spesso è nuvolo e non si vede niente comunque.

6695272137_23c9314c80_z.jpg

Sopra: la strada da Aguas Calientes alle rovine di Machu Picchu

In alternativa potete arrivare a piedi, camminando per circa 1:30 ore. Partendo dal centro di Aguas Calientes, seguite i binari del treno o il río Urubamba. Il primo pezzo è in discesa, ma poi inizia la salita. C’è un sentiero pedonale più ripido della strada in terra battuta per i mezzi.

Alcune persone collegano Machu Picchu a forze spirituali e fanno meditazione o strane pose durante il sentiero: preparatevi a ignorarli.

Foto66

Non sarete mai soli, Aguas Calientes brulica di turisti

Visita alle rovine di Machu Picchu

Congratulazioni: state per visitare una delle sette meraviglie del mondo, nonché uno dei siti Unesco più famosi!

Il biglietto d’ingresso a Machu Picchu è consigliabile acquistarlo in anticipo poiché il sito ha capacità limitata. Potete comprare il biglietto online oppure in un’agenzia di viaggi; con l’agenzia di viaggi vi fanno avere in anticipo anche i biglietti per l’autobus (uno di andata, uno di ritorno), per cui non dovrete preoccuparvi di niente. A volte è inclusa anche una visita guidata. In alternativa, all’ingresso del sito sono presenti numerose guide (spagnolo/inglese) che potrete contrattare sul momento.

Le rovine di Machu Picchu sono così organizzate: il villaggio centrale (pueblo) celebre delle foto, e due montagne ai lati: Machu Picchu e Huayna Picchu.

huayna-picchu-machu-picchu-mountain-tickets-cuzco-sun-gate.jpg

Potete visitare il solo villaggio (2500 ingressi/giorno), oppure aggiungere l’ingresso a una delle due montagne (+15 dollari, 800 ingressi/giorno per Machu Picchu, 200 ingressi/giorno per Wayna Picchu).

Dicono da Wayna Picchu la vista sia migliore. Dicono che Machu Picchu sia più facile da scalare. Io però ho desistito perché il sentiero diventava largo 50 cm con strapiombo sulla montagna. Non è roba per tutti. Non servono attrezzature particolari, ma se soffrite di vertigini, avete problemi di equilibrio o non siete allenati, forse non è il caso di arrivare fino alla cima: potrete scattare foto da cartolina anche nei primi 200 metri di salita.

cusco_inca_trail_machu_02.jpg

La maggior parte della salita alla montagna è così ⇧, ma poi diventa così ⬇︎

scary-stairs-down.jpg

…e poi vorrebbero guardassi il panorama…

Per salire e scendere dalla montagna Machu Picchu ci vogliono 4 ore. Ci sono due fasce orare d’ingresso alla montagna (dalle 7:00 alle 8:00 oppure dalle 8:00 alle 9:00); controllate sul vostro biglietto quale vi è stata assegnata.

La visita al pueblo è invece alla portata di tutti; certo ci sono gradini da fare, ma niente strapiombi o sentieri pericolosi.

Mentre sto scrivendo questo post e cercando immagini da pubblicare, digitando “Machu Picchu stairs” Google my suggerisce “…of death“. A quanto pare sono chiamati così gli ultimi gradini prima della vetta.

Se volete dettagli sulla salita a Huayna Picchu, questo blog in inglese la spiega esaustivamente. Cercando su YouTube ci sono vari filmati delle salite, per avere un’idea ben chiara di cosa vi aspetta.

Consigli pratici

  • Il biglietto è nominale e dovrete mostrare il passaporto all’ingresso delle rovine. Il numero del vostro documento è stampato sul biglietto, assicuratevi che tutto corrisponda.
  • Sono presenti due guardaroba all’ingresso (costo €1) dove lasciare zaini e giacche.
  • Viaggiate leggeri, piuttosto lasciate uno zaino pesante al guardaroba e girate per le rovine con giusto il necessario.
  • Sono presenti due bar/tavola calda fuori dal sito (carissimi, ovvio).
  • Portatevi crema solare e repellente per gli insetti. Sono invisibili, terribili e vi infesteranno: vi gratterete per giorni e vi spunteranno orrendi bubboni. Se pensate di essere preparati grazie alle zanzare padane, ricredetevi. Le guide locali si vestono con pantaloni lunghi, polo a manica lunga, guanti, cappello con copri-collo per sfuggire al sole e agli insetti.
  • Non fidatevi del meteo, il tempo è molto variabile. Arrivate attrezzati per qualsiasi clima.
  • Una volta entrati alle rovine, non ci sono bar, non ci sono bagni e non è consentito consumare cibo. Potrete effettuare fino a 3 ingressi in una giornata, per cui uscite a mangiare tranquillamente.
  • Subito dopo il controllo biglietti potete timbrare il passaporto con il timbro di Machu Picchu.

download.jpeg

 


 

Dopo la visita a Machu Picchu sarete stanchi morti: se avete tempo e soldi, dormite due notti ad Aguas Calientes. Se avete tempo libero, visitate i Los Jardines de Mandoor (40′ a piedi lungo i binari) per camminare nella selva, ammirare le orchidee selvagge e vedere la cascata. Curiosamente, lungo il sentiero troverete anche un’enorme pianta di zucchine! È un giardino privato con entrata a pagamento (circa €4).

In alternativa, le terme di Aguas Calientes (in cima all’Av. Pachacutec) offrono relax a pochi passi dagli alberghi (circa €4). In prossimità delle terme è possibile affittare asciugamani o comprare o costumi da bagno.

 

Annunci

5 pensieri su “Machu Picchu

  1. Una bella guida utilissima ai turisti che vogliono visitare questo luogo tanto affascinante. è una di quelle mete che vorrebbero vedere tutti almeno una volta nella vita ma ecco … io soffro di vertigini, non sopporto gli insetti per cui non sono proprio la tipa da “avventura”. In questi casi mi limito ad ammirare certi luoghi tra documentari tv e web ma va bene così :D.

    SposaFelice WB
    http://sposafelice.wordpress.com

    Liked by 1 persona

    1. Su YouTube ci sono vari video di gente che ha filmato l’ascesa. È stata più la stanchezza mentale che quella fisica (quella è sopraggiunta durante il giro alla cittadella, per il caldo). Una delle peggiori ustioni… Mi si è pure gonfiato il polso e la mano come conseguenza! Non mi era mai successo!

      Di sicuro non ci tornerò e va bene così.

      Liked by 1 persona

      1. Sono stata io a insistere per andare a Machu Picchu e ci ho messo un anno ad averla vinta. Dopo ore di salite ho detto “la prossima volta fammela avere vinta sul giro alle Antille Olandesi!”.

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...