Lo-Co

Ci hanno messo 20 anni, ma arrivano i low cost anche in Argentina! Un altro regalo della liberalizzazione del governo Macri. Per ora ci sono due compagnie: la cilena Sky e la spagnola Level, di proprietà di Iberia.

Come tutti i low-cost, il prezzo è low solo quando si guarda al costo del mero volo: sono da pagare a parte il trasporto delle valigie, i pasti, le tasse, la copertina, le cuffie, il cuscino, l’eventuale stampa in loco della riserva. L’uso del bagno è per fortuna ancora gratuito, sempre che l’idea di RyanAir di mettere i bagni a gettone non torni in auge.

Se tutto questo vi sembra superfluo, vi ricordo che da qui all’Europa ci vogliono minimo 12 ore in volo. Non è come andare a Ibiza o a Londra!

Ma conviene davvero?

In passato mi ha sfiorato l’idea di visitare Santiago del Cile, attirata dalla pubblicità low cost di Sky che pubblicizzava il biglietto a 70 USD. A simulazione d’acquisto conclusa, però, il totale arrivava a 200 USD, cioè quasi come con un volo di linea normale.

La colpa è da imputarsi alle tasse o ai costi nascosti? Un po’ tutti e due. Difficilmente chi si reca in Europa viaggerà senza valigia! Però si potrebbe viaggiare “spogli” all’andata, per pochi euro prendere una valigia cinese in Europa e tornare solo con quella.

Buenos Aires – Barcelona per €300 con Level

La novità più interessante per me è il volo Buenos Aires – Barcelona a 300 euro con la spagnola Level, che verrà inaugurato il 17 giugno e sarà operativo tre giorni alla settimana (martedì, giovedì e sabato).

Questo articolo de La Naciòn, da cui ho preso anche l’immagine di copertina, spiega che però quella tariffa era una promozione di lancio e che ora il volo costa, in media, 800 euro, extra esclusi. L’articolo infatti intitola polemicamente Arrivano i low cost e l’illusione dei voli economici.

€70 per ciascuna valigia, €40 per mangiare, €30 per un posto lato finestrino o corridoio, €15 per un posto centrale (oppure il sistema ve ne assegna uno casualmente). In totale circa €210 di extra, che portano il costo complessivo a oltre €1000, ossia molto vicino al prezzo del volo equivalente di Aerolineas Argentinas, sempre che uno sia flessibile con le date.

Ma le novità non sono finite: anche Norwegian ha annunciato di volere inaugurare una tratta low cost su Buenos Aires a una città europea ancora da definire, che potrebbe benissimo essere Barcelona anche in questo caso, aumentando la competitività tra gli operatori low cost.

Voli interni low cost

Un’altra opzione che farà felici i turisti desiderosi di percorrere l’enorme Argentina, ma che non beneficiano delle tariffe ridotte per i residenti, sono le linee low cost sulle tratte interne. Per ora nessun dato ufficiale, ma diversi operatori sudamericani hanno richiesto la licenza per poter operare in Argentina. Si tratta di Andes, American Jet, Alas del Sur, Avian e Flybondi (ma solo quest’ultima si definisce low cost).


Link

Level: http://www.flylevel.com/

Sky: https://www.skyairline.com

Annunci

3 pensieri su “Lo-Co

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...