El Patrón

Un film dai toni sordidi della povertà e della disperazione umana, di una “schiavitù senza catene”, nelle parole di Oscar Ranzani su Página 12. E basato su un fatto realmente accaduto a Buenos Aires.

La storia di Hermógenes Saldivar comincia da lontano. Originario di Santiago del Estero, semianalfabeta e senza nulla da perdere, arriva a Buenos Aires con la moglie per cercare di sfuggire alla miseria in cui vive nella sua provincia e dare una svolta alla loro vita. Trova posto come macellaio, lui che di macelleria non ha alcuna esperienza, in negozio infimo di quartiere di un tale Latuada. Personaggio senza scrupoli, Latuada acquista a prezzo stracciato le carcasse degli animali ormai putride e le rivende nelle sue macellerie a prezzo pieno.

Il patrón Latuada all’inizio sembra essere un salvatore: affida a Hermógenes una macelleria, gli insegna il mestiere, impiega la moglie come donna delle pulizie a casa sua e li lascia dormire nel retro del locale, in cambio dell’affitto, ovviamente, e promette loro un alloggio che sta costruendo e per il quale decurta ulteriormente lo stipendio di Hermógenes.

Hermógenes è costretto, suo malgrado, a imparare il lavoro di macellaio secondo il patrón: a lavare nella candeggina o nell’aceto la carne per toglierle l’odore di marcio e farle riacquistare il colore rosso, a esporre la carne migliore e poi al momento di macinarla sostituirla con quella mezza putrida, a fare gli insaccati con la carne peggiore e a mischiare molte spezie per corprirne il sapore, a come placare le clienti arrabbiate perché in famiglia sono stati male dopo aver mangiato la sua carne.

La cattiveria che il patrón all’inizio sembra riservare solo agli altri, ben presto si ritorce contro Hermógenes e sua moglie, che ormai si trovano succubi del patrón: da lui dipendono per il lavoro, per la casa e per il loro futuro. Hermógenes, esasperato, uccide il patrón. Viene arrestato e condannato, finché non incontra sulla sua strada qualcuno che riesce a vedere Hermógenes per quello che è: la vittima e non il carnefice.

Un film che sembra un documentario e che offre uno spaccato sulla situazione di molti argentini poveri delle province dell’interior, costretti a venire a Buenos Aires nella speranza di un futuro migliore, ma che vengono abusati e sfruttati dai loro connazionali e spesso terminano peggio di prima. Magistrale interpretazione di Joaquín Furriel nel ruolo di Hermógenes.


  • Titolo: El patrón, radiografía de un crimen
  • Regia: Sebastián Schindel
  • Anno: 2015
  • Protagonista: Joaquín Furriel
  • La scheda del film su IMBD

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...