Dietro al successo di Netflix

Quando parlo con i miei amici in Italia, prima o poi mi scappa la frase “come in quella serie di Netflix“. Seguono istanti di silenzio. “Ma come? Non hai Netflix?“, chiedo sbalordita.

Io che per anni non ho avuto la televisione e mi sentivo chiedere, con altrettanto stupore, “Ma come, non hai la TV?!“. Al che dicevo che no, che trovavo contenuti più interessanti su Internet e in lingua originale, giacché tutti sanno che una volta che ti abitui a vedere i film in originale non riesci più a sopportare le versioni doppiate.

Curioso che a distanza di anni i ruoli si invertissero, e da outcast tecnologica diventassi trendy nerd agli occhi dei miei amici. Dato che l’abbonamento a Netflix si può condividere, il mio lo condivido con mia madre in Italia. Ma Netflix non la appassiona molto: il catalogo è scarno e con gli stessi contenuti di basso livello che si trovano anche sul digitale terrestre, dice. Scava che ti scava, ho scoperto che il vero ostacolo sono i sottotitoli.

I sottotitoli, la bestia nera

Realizzare i sottotitoli è più economico che realizzare un doppiaggio. Innanzitutto, per i sottotitoli è sufficiente una sola persona, il traduttore specializzato in sottotitolazione, mentre per il doppiaggio sono necessarie molte più persone. Inoltre, il traduttore può lavorare da solo e da casa, mentre i doppiatori devono per forza trovarsi insieme e utilizzare dispositivi audio professionali, ci vuole un montatore, ecc.

Gli italiani non sono abituati a leggere i sottotitoli e fanno fatica a seguire la narrazione. In Italia i contenuti sono sempre stati doppiati e il pubblico italiano resiste ai sottotitoli. Inoltre, gli italiani non hanno mai avuto un forte interesse per le lingue straniere, per cui non hanno mai cercato film in lingua originale. Pensate che in tutta Milano per anni c’è stato un solo cinema che proiettava in lingua originale e solo il mercoledì sera, il Cinema Mexico.

Qui in Argentina, al cinema ci sono due modalità di proiezione: la versione doppiata e la versione in lingua originale con i sottotitoli in spagnolo. Inoltre, gli argentini hanno da sempre avuto un grande interesse per le lingue a causa della forte immigrazione e della diversa origine degli argentini. Questo ha anche portato a scuole bilingui di tutti i livelli: non è strano incontrare qualcuno che ha frequentato le scuole bilingui tedesche, francesi, italiane, ebraiche, armene.

Schermata 2018-04-22 alle 12.42.41.png
Quattro articoli su Netflix domenica 22 aprile su La Nación

Ben venga la diversità

In Argentina, Netflix è arrivato quasi un anno prima che in Italia e ha avuto un grandissimo successo, tant’è che su La Nación, il principale quotidiano del Paese, ci sono sempre servizi sul catalogo attuale di Netflix, sui nuovi titoli a catalogo, su quali serie guardare tutte di fila durante un fine settimana lungo, sugli attori che partecipano a produzioni di Netflix in visita in Argentina per festival e presentazioni.

Le prime serie americane hanno ottenuto un grande successo, ma ancor più successo hanno ottenuto alcune produzioni di Netflix spagnole: Merlí e La casa de papel. C’è stata anche una produzione di Netflix Argentina, Ehda, ma è stata un flop.

Netflix è stato un flop o un successo nel vostro Paese?

 

3 pensieri su “Dietro al successo di Netflix

  1. Ho avuto la stessa esperienza con mia madre. Ormai è diventata una hacker dello streaming, divora film su film, eppure non è riuscita ad appassionarsi a Netflix: ed è esattamente per il motivo che dici tu, “i film in italiano sono troppo pochi e la maggior parte li ho già visti”.
    Peccato. Io intanto continuo a mangiare le mie serie, e proprio le ultime due che citi, Merlín e La Casa de Papel sono le ultime due che ho iniziato 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Mia mamma esclude dal catalogo italiano, già smilzo, quelli che non sono doppiati (ma solo sottotitolati). Peccato, perché a noi Netflix ha aperto gli occhi sul mondo (letteralmente).

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...