Pizza canchera

Sabato sera abbiamo ordinato la pizza di Angelín (Av. Córdoba 5270), autoproclamato creatore della pizza canchera dal 1938.

La pizza canchera deve il suo nome alla cancha de fútbol (campo da calcio), nello specifico a quella del club Atlanta, la squadra del quartiere bonaerense di Villa Crespo, dove si trova appunto Angelín.

Narra la leggenda che il creatore della pizza canchera, tale Vianini, si piazzava all’uscita dello stadio con un banchetto improvvisato e una pila di enormi pizze da 45 e 60 cm, ancora nello stampo, che tagliava e vendeva per porzioni. Un solo tipo di pizza, semplice e fredda (date le circostanze): giusto la base e la salsa di pomodoro speziata.

I giocatori apprezzavano e con il tempo è diventata sinonimo di pizza economica, leggera, per sfamare. In pratica, la marinara argentina. Non tutte le pizzerie la offrono sul menu dato che rende meno di qualsiasi altra pizza, ma alcune ve la preparano su richiesta. È una specie di voce del menù segreta, nota solo ai locali.

La ricetta

Solito disco di prepi, condito con salsa di pomodoro speziata e agliata. Ovviamente tutto in dosi quadruple rispetto alla marinara italiana e il risultato ottenuto è completamente diverso: la salsa è abbondante, piccantella ma con un fondo dolciastro; la base è croccante e spessa poco meno di un centimetro (è una media masa al molde), l’aglio non si sente, l’origano è solo una delle tante spezie che sono generosamente cosparse sulla salsa. Credo Angelín usi una miscela di spezie tutta sua che non c’entra niente con l’adobo para pizza classico.

La pizza canchera del delivery: cartone, alluminio, pizza e cosito de la pizza (distanziatore)
La pizza canchera di Angelín nella barra (bancone) del locale di Villa Crespo

È possibile mangiare anche nel locale: all’ingresso c’è la barra (bancone) per chi vuole mangiare qualche porzione in piedi, ci sono alcuni tavolini in stile bar nel corridoio e sul retro c’è il salone vero e proprio. Non aspettatevi niente di carino, è proprio una sala fatta con piastrelle di recupero anni ’90, sedie scomode e vecchie, niente tovaglie. Qui le pizzerie sono tutte così.

E come in tutte le pizzerie argentine che si rispettino, la pizza è affare di uomini, specie se vecchi e burberi. Non chiedetemi il motivo, ma è così.

Oltre alla pizza canchera, da Angelín trovate tutte le pizze classiche argentine, nonché la fugazzeta e la fainá. Si possono anche chiedere pizze miste e non semplicemente metà e metà (che qui è una scelta popolare, dato che la pizza viene condivisa tra più commensali, anche se in alcune pizzerie applicano un ricarico per le pizze metà e metà… ma perché mai?).

5 pensieri su “Pizza canchera

      1. io ricordo la pizza che facevano al ristorante dell’Hotel Peninsular di Mar del Plata (chissà se c’è ancora)… secondo me la migliore mai mangiata (parlo del 2003-2006 un’altra era geologica). A Baires mai mangiata. Ricordo la pizza al tegamino che facevano a Mendoza… un’altra delizia. Qui non ricordo però il nome del locale

        "Mi piace"

      2. peccato per il resto-hotel Peninsular.. era bello per la sua atmosfera d’altri tempi. Appena ricordo il nome del locale di Mendoza te lo mando. Non vedo l’ora di tornare a Baires e mangiare la pizza fa Guerrin.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...