2022

Correva l’anno 2022…

La pagina è bianca e chissà cosa ci sarà scritto fra 360 e più giorni. Ancora più notizie sul coronavirus, ancora più proteste, vaccini, alt right neandertalici a mettere in dubbio i progressi della civiltà.

Sono arrivata alla fine del 2021 consumata. A dicembre ho gettato la spugna e mi sono trovata a boccheggiare sul divano senza nessun interesse per le venti notifiche che mi aspettavano nel cellulare e nel computer, senza premura di rispondere ai clienti o di iniziare un lavoro facile. Ero diventata apatica. Probabilmente, dopo due anni a mettere la testa sotto la sabbia buttandomi sul lavoro per non badare troppo alle notizie catastrofiche sui giornali di qui e di lì dall’oceano, è arrivato il conto.

Ho fatto corsi su come ottimizzare il proprio tempo, creare dei limiti al lavoro freelance per poter dire ancora di avere una vita privata. Mi sono confrontata con colleghi e ho scoperto alcuni trucchi utili, come installare programmi per monitorare il tempo dedicato a ciascuna attività al computer, apprendendo che il “tempo emotivo” di alcuni lavori era quattro volte l’effettivo tempo di realizzazione. Viceversa, compiti che consideravo semplici si sono rivelati dei buchi neri di tempo. Clienti che approfittano della mia disponibilità per sfogare le loro frustrazioni, potenziali clienti che mi hanno munto per avere informazioni e poi spariti senza neanche un “grazie”. A loro auguro le più sentite emorroidi.


Queste feste sono state sottotono. Non c’erano panettoni né spumanti. L’atmosfera per i casi di omicron in salita anche qui, nonostante i 30 e rotti gradi, era abbastanza greve. Uno cerca di non pensarci, ma a ogni saluto uno si chiedeva “avrò fatto bene a baciabbracciarlo/a?”. Perché qui ha resistito solo qualche mese il divieto sociale di baciabbracciarsi.

Mio cognato quest’anno si è dato molto da fare alla griglia sia per Natale che per Capodanno. Ha preparato l’asado al disco e l’asado a la estaca che si meritano un post dedicato.

4 pensieri su “2022

  1. Buongiorno e buon anno! Anch’io sono arrivata col fiato corto, mal di stomaco, insonnia. Da settembre é cambiato il capo e questo é terribile. Mi sembra di stare in caserma!
    Che augurarsi? Di vincere la lotteria? Sono sempre stata sfortunata al gioco… inutile contarci.
    Leggevo da qualche parte che occorre accettare, e in fretta, le sfide della vita per non esserne travolti. Ecco, ti auguro di non essere travolta. Buon 2022!

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Maria, grazie per le tue parole dì incoraggiamento. Credo tu abbia ragione perché ci sono troppe cose fuori dal nostro controllo che si avventano sulla nostra vita.

      "Mi piace"

      1. Dopo due anni di pandemia e difficoltà varie siamo tutti “cotti”. Voglio però essere ottimista e pensare che dopo questa ondata di omicron cominceremo a vedere la fine del tunnel. Forza e coraggio!!! Buon 2022!!!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...