Sulle strade degli Inca

Per il mio primo viaggio in Sud America fuori dall’Argentina, se escludiamo due toccate fugaci in Uruguay, ho scelto di andare in Perù a vedere le rovine degli Inca.

Il mio viaggio, durato 10 giorni, mi ha portato a:

  • Cusco, la capitale dell’antico impero Inca e principale meta turistica del Perù
  • Aguas Calientes, il villaggio da cui partono tutte le escursioni per Machu Picchu
  • Lago Titicaca, dove le isole naturali e artificiali sembrano toccare il cielo – tappa più naturalistica che incaica

mapaperu.jpg

Come organizzare il viaggio

Ci sono tre livelli di prezzo, dal più caro al meno caro:

  1. Il prezzo della vostra agenzia estera
  2. Il prezzo dell’agenzia peruviana prenotando dall’estero
  3. Il prezzo dell’agenzia peruviana prenotando in Perù

In proporzione, se prenotando dal vostro paese un giro simile costa 1.500 dollari a persona, con l’opzione 2. potete arrivare a 750 dollari a persona e con l’opzione 3. a 300 dollari a persona (voli esclusi).

Avete tempo da perdere? Parlate spagnolo? Se siete tipi zaino in spalla e con una certa flessibilità, non avrete problemi a girare per Cusco e a infilarvi nelle varie agenzie turistiche che sorgono come funghi. La disponibilità delle gite è dall’oggi al domani. Vi basta arrivare preparati da casa e andare in agenzia con le idee ben chiare. Pagamento in contanti o carta di credito (ricarico 5% per carta di credito).

NOTA: per alcune tappe si dorme fuori Cusco (ad Aguas Calientes per andare a Machu Picchu, a Puno per andare sul lago Titicaca), per cui tenetene in conto quando prenotate gli alloggi.

Le escursioni costano anche meno di 10 dollari a testa se le prenotate in loco, ma il costo dell’ingresso alle rovine è a parte: consiglio di comprare il biglietto turistico di Cusco (boleto turistico del Cusco,  circa €36, info qui ) per accedere a una ventina di siti  archeologici nell’arco di 10 giorni.

img_7103.jpg

Come prepararsi al viaggio

Tutto quello che leggerete sul mal d’altitudine è vero. Non importa che siate giovani e atletici, i 3.400 m.s.l.m. di Cusco si fanno sentire sin da subito, appena metterete piede in aeroporto. Senso di pesantezza, mal di testa, fiato corto. Se poi ci aggiungete che Cusco è in montagna e c’è da scarpinare in salita, quando vi dicono che servono 1-2 giorni di acclimamento credeteci.

Ad ogni modo, negli hotel e nei siti turistici hanno le bombole di ossigeno per rianimarvi. Con me sono stati sufficienti i rimedi naturali: la famosa muña, le foglie di coca e due sberle.

Ben_Food_Blog3.jpg

Viva la muña! In Argentina lo chiamano “il viagra delle Ande”

Tutta la vacanza è in una zona montuosa: sconsiglio le infradito. Piuttosto, investite in un paio di scarponcini da trekking e portatevi un paio di scarpe da ginnastica per quando siete a Cusco città. Il clima è umido da novembre ad aprile e secco da maggio a ottobre. Con il clima umido la natura dà il meglio di sé, ma può portare anche forti piogge.

Io ho trovato un clima tra i 9°C e i 30°C, e sono stata ben felice di avere avuto con me una giacca a vento impermeabile sfoderabile. Quando il sole picchia, fa un caldo terribile (usate la protezione solare!), quando il sole non picchia fa freddo. Se piove, si crea in fretta pantano sulle salite in terra battuta.

IMG_4445.jpgSopra: Maray

IMG_4465.jpg

Sopra: Tipón

IMG_4414

Sopra: Salineras Grandes le saline degli Inca tutt’ora in uso

Dove comprare i souvenir

Nella zona tra il Museo Inka e il Museo de arte precolombino ci sono numerosi negozi di souvenir di alta qualità. Se invece puntate a qualcosa di più economico e commerciale, dirigetevi direttamente al Centro Artesanal Cusco in fondo alla avenida El Sol (El Sol y Tullumayo, Cusco).

Lì troverete un mercato coperto con una cinquantina di stand che vendono tutto ciò che un turista può desiderare: tele sintetiche dai colori sgargianti, piatti di ceramica, statuine, maglioni, berretti, pupazzetti a forma di lana, magliette ricordo, calamite, ecc. La grande concorrenza fa sì che i prezzi siano bassi, inoltre se avete pazienza potete anche contrattare (basta mostrarsi non convinti, il venditore vi dirà “Beh, dai te lo posso lasciare per….“)

60032320.jpg

Annunci

6 pensieri su “Sulle strade degli Inca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...