Non può che peggiorare

Viene una certa ansia a leggere le bacheche di noi trentenni su Facebook.

A parte qualcuno amareggiato che ancora posta messaggi di vendetta contro il generico gruppo degli “stronzi”  e dei “falsi” che guarda caso hanno trovato solo loro nella vita, tutti sono accoppiati, molti sposati o in procinto di, compaiono i primi bambini giusti (quelli arrivati dopo qualche anno di matrimonio), quelli sfornati a 18 anni ormai alla scuola media sono già perdonati dalla morale pubblica, al coro si uniscono anche i nonni, ormai dotati di smartphone e amici degli amici dei loro figli su Facebook (!).

Non resta che aspettare i primi divorzi: chissà se avranno tutto il pubblico e la condivisione dei matrimoni. Magari ci sarà una sorta di gap nella narrazione: si riprenderà a postare allegramente le stesse foto con un’altra persona? Il pubblico avrà diritto a una risposta o scorreranno fiumi di messaggi privati tra i conoscenti per sapere il perché di questo cambio di personaggio nel copione, ma sullo schermo si continuerà come niente?

Oppure visto che noi ci siamo quasi tutti sposati per amore e per scelta nostra e non per via delle circostanze e o della famiglia, andremo incontro a un calo dei divorzi?

Fate le vostre puntate: staremo a vedere.

 

Annunci

Un pensiero su “Non può che peggiorare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...